Cosa può fare il pediatra

Sottolineare l’importanza dei suoni e della musica (alla prima visita e durante i bilanci di salute) 

Distribuire materiale informativo

Dotare la sala d’attesa di materiali informativi sui progetti (SCARICA LA LOCANDINA "Il tuo pediatra")

Distribuire un cd musicale se disponibile o indirizzare il genitore alla pagina dedicata nel sito 

Aggiornarsi sullo sviluppo del progetto nazionale

Partecipare ad attività di formazione

Raccordarsi con il gruppo operativo locale al fine di creare una rete di operatori.

Cosa possono fare pediatri, infermieri, ostetriche, logopedisti, psicologi

Hanno un ruolo strategico, autorevole e hanno contatti precoci e regolari con i genitori e le famiglie.


Consigliano alla famiglia di leggere, cantare o ascoltare musica insieme, invitano a frequentare la biblioteca e donano un libro o cd adatto, invitano a frequentare incontri musicali

Usano il libro e la musica per valutare lo sviluppo del bambino: sviluppo motorio fine (presa e abilità della mano), il linguaggio espressivo e ricettivo (vocabolario e comprensione), l’abilità cognitiva (attenzione, memoria)

Valutano la relazione genitore-bambino e svolgono azione di supporto alla genitorialità

Cosa può fare la neonatologia

Organizzare le sale di attesa con materiale informativo: manifesto NpM e depliant in un luogo dedicato 

Spiegare i vantaggi per il bambino nell'ascoltare la voce e il canto dei genitori

Nelle TIN favorire la relazione genitore-neonato attraverso l’utilizzo della voce. 

Suggerire alle mamme di cantare per il loro bimbo

Alla dimissione dal Nido suggerire ai genitori di cantare al proprio bambino (lettera di dimissione)

Se possibile offrire in dono il primo sussidio musicale -CD, Libro musicale- (e il primo libro)

Cosa può fare il consultorio

Organizzare le sale di attesa con materiale informativo: manifesto NpM e depliant in un luogo dedicato 

Prevedere durante le visite periodiche alle gravide o durante i corsi preparto un momento dedicato all'importanza del canto della mamma e dell’ascolto di musica negli ultimi mesi di gravidanza

Prevedere durante le visite periodiche alle gravide un momento dedicato all'importanza degli interventi  nei primi anni di vita del bambino (guida anticipatoria)

Qualora possibile organizzare in Consultorio proposte musicali per “Mamme e Pance”

Suggerimenti per asili nido e scuole dell'infanzia

Rispettare un’ecologia sonora degli ambienti di apprendimento riducendo i rumori costanti e invasivi (es. la musica sempre accesa di sottofondo)

Osservare, valorizzare il canto del bambino e guidarlo ad un utilizzo espressivo della voce

Dare al bambino la possibilità di produrre suoni e musica fin dai primi mesi di vita, valorizzare gli stimoli sonori e le produzioni sonore di cui il bambino è fruitore e attivo creatore

Educare all’ascolto dell’ambiente e del paesaggio sonoro circostanti

Promuovere la fruizione da parte del bambino delle proposte musicali più significative delle varie culture europee ed extraeuropee